Venerdì 27 novembre, dopo una lunga malattia affrontata con coraggio e dignità non comuni, ci ha lasciato il nostro socio ed amico Battista Ottolini, compagno fedele di tanti momenti spensierati trascorsi insieme alle nostre moto. Un amico è chi ci ha visto crescere, cadere e magari ci ha aiutato a rialzarci, insomma è parte di noi. Così, quando lo perdiamo, per sempre, è terribile e vogliamo che il mondo intero sappia quanto è stato importante per noi e chi era veramente, che faceva, come si comportava, ma soprattutto vorremmo che tutti sapessero gli aneddoti più divertenti, simpatici, quelli che fanno capire quanto importante per noi era quella persona e quanti momenti abbiamo vissuto insieme.

Battì, così lo chiamavamo tra amici, ci ha insegnato che non bisogna avere lo stesso DNA o lo stesso sangue per essere fratelli, ma basta condividere passioni, pensieri, emozioni, e tu la grande passione pei i motori l’hai condivisa con noi fino allo stremo delle tue forze, sempre con quella serenità, quella forza e quella tenacia che ad ogni viaggio ci lasciava piacevolmente stupiti.

Te ne sei andato così, in silenzio, con l’orgoglio che ti ha sempre contraddistinto, esattamente come hai affrontato la tua malattia in questi lunghi anni, dando a tutti una grande lezione di vita.

“Battì come stai?” ….gli chiedevamo, e lui…..”bene”.. rispondeva, nonostante tutto e tutti.

Ma purtoppo a certe cose non ci possiamo opporre e il tuo arrivederci è una di queste.

CIAO BATTI’, siamo sicuri che da lassù proteggerai tutti i tuoi amici motociclisti e GRAZIE , GRAZIE ancora per averci dato una grande lezione d’amicizia, dignità, coraggio e orgoglio.

Ai fratelli Andrea e Tiziano, alla sorella Giovanna e a tutti i familiari giungano le più sentite condoglianze del Motoclub.